I reparti giovanili sono un tassello importantissimo per ogni squadra di football. Allo stesso tempo, creare dei reparti giovanili di valore non è mai cosa semplice. Noi Gladiatori abbiamo ripreso a lavorare su queste categorie solo negli ultimi anni, ma qualche piccola grande soddisfazione già è arrivata.

Di ieri la notizia della convocazione di Emanuele Passalacqua nella Nazionale giovanile U19. “Splash”, questo il suo soprannome (a sinistra nella foto), nato e cresciuto nei Gladiatori, ha avuto in questi anni la possibilità di fare diverse esperienze con altre squadre romane.

In prestito giovanile alla Roma Scuola Football prima e ai Grizzlies Roma poi, Emanuele ha saputo distinguersi per capacità e carattere, fino ad essere premiato, proprio dai cugini romani Grizzlies, come miglior giocatore dei difesa della squadra giovanile.

Impegnato nel football da 3 anni (il quarto in corso), Passalacqua nel 2016 ha scelto di entrare a far parte della squadra Senior, dimostrando da subito un’ottima curva di crescita.

Passato dal ruolo di linea difensiva (ricoperto in giovanile) a quello di linebacker, oggi è a tutti gli effetti un importante tassello del sistema difensivo di Coach Mingoli.

“Essere convocato in Nazionale è sempre un’emozione” – ci ha detto Emanuele – “è gratificante e come atleta ti motiva ad allenarti intensamente per un’obiettivo davvero importante: rappresentare la tua nazione in una competizione internazionale”.

La fase della selezione non sarà semplice. Splash dovrà infatti fare i conti con molti altri atleti nel suo ruolo e provenienti da moltissime realtà italiane. Saranno ben 115 gli atleti convocati al raduno, ovviamente non tutti nel suo ruolo, ed Emanuele dovrà impegnarsi molto per entrare nella rosa finale.

“Non è mai facile entrare nel gruppo finale scelto dai Coach. Sono qui a battermi per questo obiettivo e pronto a tutto per centrarlo. Come ci diciamo sempre in squadra, qualunque sarà l’esito l’importante sarà stato aver portato con me in campo Coraggio, Forza e Onore. Ed è ciò che voglio fare”.

Auguriamo ad Emanuele Passalacqua il nostro più grande in bocca al lupo, fieri del fatto che ci sia un Gladio alzato nel gruppo degli atleti più forti della nostra nazione.

#GoGladio!